QUELLI DEI TAIKO

Quelli del Taiko nasce nel 2012 allo scopo di divulgare e promuovere la musica tradizionale giapponese attraverso i tamburi Taiko.

Le percussioni giapponesi, chiamate Taiko, sono state utilizzate come strumenti per la musica popolare e religiosa fino agli inizi del ‘900.
Lo spettatore rimane affascinato e colpito non solo dall’intensità del suono del Taiko ma anche dall’energia e dal dinamismo dei suonatori. Suonare il Taiko infatti richiede anche un grande allenamento fisico e tecnico. Non è soltanto percuotere la pelle del tamburo con robuste bacchette di legno, ma è soprattutto esprimere la musicalità giapponese con precisione dei gesti e del ritmo, muovendosi all’unisono con i compagni.

 

Nello studio del Taiko si impara a migliorare sé stessi per il gruppo. È importante capire che ogni membro è di complemento e di sostegno agli altri, si impara ad ascoltare e a leggere le intenzioni nel cuore del compagno. Non si tratta semplicemente di suonare uno strumento musicale, ma di far esplodere la propria energia, suonare dipingendo il proprio sogno, il proprio desiderio intimo, mettendoci tutta la potenza delle proprie forze di tutto il corpo e di tutta l’anima. Il ritmo creato risuona insieme al cuore dell’uomo, dove risiede sopito nel profondo il respiro primitivo della vita.

Per suonare il Taiko non bisogna essere professionisti è una disciplina aperta a tutti grandi e piccoli, suonare il Taiko e’ anche una attivita’ fisica dove si utilizza tutto il proprio corpo per trasmettere il suono generato dal proprio tamburo e dal proprio cuore, suonare il Taiko e’ un arte che affonda le sue radici nello stare insieme.

Il Maestro PIERO NOTARNICOLA

Ha conseguito la laurea di II livello in strumenti a percussione presso il Conservatorio di Musica Niccolò Piccinni di Bari con 110 e lode sotto la guida del maestro Beniamino Forestiere. Ha vinto il primo premio assoluto al concorso internazionale “Valeria Martina” categoria solista, VII concorso per i migliori diplomati d’Italia di Castrocaro Terme nell’anno 2002/03. Ha suonato in diverse orchestre sinfoniche tra cui l’Orchestra della Provincia di Bari e la Magna Grecia di Taranto. Nel 2007 ha frequentato alcuni importanti Corsi di tamburo giapponese in Giappone tra cui: il corso Miyake a Tokyo; il corso Kurumaja nella prefettura di Fukui e, sempre a Tokyo, con Yoko Hono ha studiato la didattica del Taiko nelle scuole. Attualmente insegna percussioni presso la scuola media Manzoni di Cisternino.